Archivi tag: idee chiare

Abbassarsi

L’umiltà, così ci assicura S. Tommaso, è essere humi acclinis, piegato a terra, nel senso di essere pronti ad abbassarsi. A me piacerebbe molto essere vicino alla terra, essere più concreto, più incarnato, non mi sazio mai di umanità, anche perché penso che non se ne sazi neppure il Signore visto che quando è asceso al cielo la sua umanità se l’è portata dietro, mica l’ha lasciata qui sulla terra. Però confesso che abbassarmi non mi riesce tanto bene. Continua a leggere

Annunci

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

Il valore di un segno

Abbiamo già visto che i salvati sono identificati da un sigillo posto sulla loro fronte. Ci sono almeno due antecedenti biblici per comprendere il perché e le motivazioni di questo sigillo: il momento in cui Dio comanda a Mosè di segnare con il sangue dell’Agnello pasquale gli stipiti delle porte del popolo (Es. 12,21-30) e il passo del libro di Ezechiele in cui un uomo viene invitato a segnare un tau sulla fronte di coloro che si sono mantenuti fedeli (Ez. 9,2-4). Continua a leggere

5 commenti

Archiviato in Resistenza cristiana, strategie dell'Agnello

C’è un vincitore!

Il libro dell’Apocalisse si apre con un lungo discorso del Risorto, che per inciso è il più lungo discorso di Gesù Risorto nel N.T., rivolto alle sette Chiese della provincia d’Asia. Sono sette “lettere” di straordinaria forza profetica e sono la parte più nota dell’opera di Giovanni, anche perché in apparenza la più accessibile. In realtà anche queste “lettere” per poter sviluppare tutto il loro potenziale hanno bisogno di un po’ di mediazione, ma le commenteremo un pezzettino alla volta. Oggi vorrei soffermarmi con voi su una figura che ritorna in tutte e sette, ovvero colui che è chiamato “il vincitore”. Continua a leggere

5 commenti

Archiviato in lettere alle sette Chiese, Resistenza cristiana

Non c’è più tempo

Nel capitolo 10 Giovanni descrive un’immagine impressionante: un angelo gigantesco poggia un piede sulla terra e uno sul mare e proclama solennemente: “non ci sarà più tempo!”

Questa potente immagine merita un’analisi approfondita (che per vostra comodità troverete sul mio libro), ma oggi, essendo il giorno di capodanno, vorrei fermarmi solo sulla frase che pronuncia. Capodanno infatti, inevitabilmente, ci ricorda il tempo che passa. Continua a leggere

4 commenti

Archiviato in Giudizio, Resistenza cristiana

Il bianco cavaliere

Quando Tolkien nel Signore degli Anelli chiama Gandalf con questo titolo forse ha in mente proprio l’immagine dell’Apocalisse. Due volte Giovanni menziona un bianco cavaliere, la seconda volta (in Ap. 19,11-16) è senza dubbio Cristo, ma quella che fa più problemi agli interpreti è la prima apparizione, in Ap. 6,1-2. In questa infatti il bianco cavaliere è uno dei famosi quattro cavalieri dell’Apocalisse, che in genere vengono associati a catastrofi terribili.

A ben guardare però nell’interpretazione tradizionale dei quattro cavalieri come quattro catastrofi c’è qualcosa che non torna. Con calma li analizzeremo uno ad uno dedicando a ciascuno un post,  partiamo quindi dal bianco che, per essere il primo, sembra avere un posto di rilievo.

Innanzitutto i quattro cavalieri appaiono all’apertura dei primi quattro dei sette sigilli che chiudono il libro della storia umana, quello che viene aperto e interpretato dall’Agnello che è Cristo, non sono quindi catastrofi, ma misteri che devono essere compresi per poter comprendere la storia umana, noi diremmo che sono “chiavi” della storia. Continua a leggere

5 commenti

Archiviato in Chiesa-Gerusalemme, Resistenza cristiana, strategie dell'Agnello

La resistenza NON è inutile

Va bene, lo ammetto, sono appassionato di fantascienza e in particolare di Star Trek. La banda Roddenberry ha popolato i miei sogni e riempito il mio inconscio di immagini fin da quando ero ragazzo. Tra queste, una delle più riuscite è quella dei Borg, una sorta di impero galattico di zombies cibernetici organizzati in una collettività in cui l’individuo sparisce, assorbito dal tutto. Una visione potente e suggestiva.

Questi Borg assimilano tutte le culture che incontrano, assorbendole e mutandole, finalizzandole ai loro scopi e si presentano, come si sente nel video, con la frase “you will be assimilated, resistance is futile” (voi sarete assimilati, la resistenza è inutile). La simbologia è trasparente. Qualsiasi impero si muove assimilando, e questa era la politica romana, che cercava di romanizzare ogni cosa, imponendo al mondo il roman way of life. Continua a leggere

10 commenti

Archiviato in Chiesa-Gerusalemme, Resistenza cristiana, strategie dell'Agnello

Fidanzata e sposa

Uno dei temi più affascinanti dell’Apocalisse è quello della sposa, tema anche profondo e difficile da trattare però, mi permetto quindi di regalarvi alcune pagine del mio libro ancor prima che esca, nella speranza che l’editore non legga questo blog. Continua a leggere

4 commenti

Archiviato in Chiesa-Gerusalemme, Resistenza cristiana