Archivio dell'autore: don Fabio Bartoli

Informazioni su don Fabio Bartoli

Sacerdote cattolico nella diocesi di Roma. Curioso e appassionato di arte e di comunicazione in tutte le sue forme, alla fine non potevo che aprire un blog!

La fontana del villaggio

Lo scorso anno ho pubblicato un libro in cui a partire dalla meditazione del libro dell’Apocalisse preconizzavo una Chiesa minoritaria, ridotta nell’angolo culturalmente, politicamente insignificante e, come l’autore biblico, vedevo come unica salvezza per questa Chiesa la fuga nel deserto, sulle ali della grande aquila (Cfr. Ap. 12,14) per costruire là una comunità consapevolmente minoritaria, che custodisse il deposito della fede e lo conservasse come un seme per i tempi nuovi.

View original post 771 altre parole

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Intervista alla Radio Vaticana

Nei giorni scorsi sono stato intervistato dalla Radio vaticana nella rubrica Orizzonti Cristiani appunto per presentare il libro.

Se qualcuno volesse ascoltare l’intervista il link è disponibile qui

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Presentazione romana

Siete tutti invitati, come al solito presso l’Accademia Bessarione, v. del Vaccaro 9 (angolo p.zza Pilotta) a Roma

2 commenti

Archiviato in Uncategorized

Intervista

Questa sera alle 19.55 andrà in onda su GoldTV un’intervista di presentazione del libro che ho registrato qualche giorno fa per la trasmissione “Libri oggi”, a cura di Andrea Menaglia. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Uncategorized

Dodici porte, dodici angeli

Un paio di giorni fa la carissima Costanza pubblicava sul suo blog una riflessione intensa sul sacerdozio. In quello stesso giorno la liturgia ci proponeva la lettura di Ap. 21 e tra l’altro del passo che dice: “È cinta da grandi e alte mura con dodici porte: sopra queste porte stanno dodici angeli” (Ap. 21,12) e così nella mia mente è scattata l’associazione spontanea: i sacerdoti sono gli angeli a guardia delle porte della Chiesa! Continua a leggere

8 commenti

Archiviato in Chiesa-Gerusalemme

Grazie

Ieri sera ho concluso il corso “Il vangelo dell’Apocalisse” tenuto presso l’Accademia Bessarione. E’ stata un’esperienza straordinaria, ho avuto una media di un centinaio di uditori per otto mesi e questo è di per sé un evento formidabile. Significa che la Parola di Dio continua ad appassionare e coinvolgere, che il libro dell’Apocalisse è attualissimo, che davvero c’è un “bisogno di Apocalisse intorno a noi.

Per chi volesse a questo link si può scaricare l’audio della conferenza.

Nella colonna qui a fianco alla voce “le conferenze” ci sono le registrazioni di tutte le lezioni precedenti

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

L’ultima parola

Ci sono persone che in una conversazione devono assolutamente avere l’ultima parola, perché l’ultima parola è importante, è quella che in un certo modo chiude il discorso e che alla fine dei conti lascia il suo sigillo, quella che si ricorda, che mette il suo carattere su tutta la conversazione. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Esegesi

Rivoluzione cristiana?

A conferma del fatto che il tema dell’Apocalisse è attualissimo, è uscito recentemente un saggio di Elaine Pagels a cui qui in Italia la “Repubblica” ha dato un certo spazio, innescando un minidibattito inconsueto per un argomento così tecnico. Il giornale italiano peraltro riprendeva un articolo uscito sul “Newyorker” pieno di fastidiose approssimazioni e di una vaga ironia mista a quel senso di superiorità tipico degli intellettuali gauchisti che ha prodotto in me immediati effetti emetici. Continua a leggere

9 commenti

Archiviato in Resistenza cristiana

21-12-2012

Come dovreste sapere, ormai da più o meno una settimana (è variabile, dipende da quanto è aggiornata la vostra libreria di fiducia) “Uscite, popolo mio, da Babilonia” è in pista. Vedremo se, come si dice a Roma, “è bello, ma non balla”, oppure se sa muovere anche qualche passo in autonomia. Intanto, come un bravo papà cerco di accompagnarlo, almeno all’inizio. Continua a leggere

11 commenti

Archiviato in Fine dei tempi

Abbassarsi

L’umiltà, così ci assicura S. Tommaso, è essere humi acclinis, piegato a terra, nel senso di essere pronti ad abbassarsi. A me piacerebbe molto essere vicino alla terra, essere più concreto, più incarnato, non mi sazio mai di umanità, anche perché penso che non se ne sazi neppure il Signore visto che quando è asceso al cielo la sua umanità se l’è portata dietro, mica l’ha lasciata qui sulla terra. Però confesso che abbassarmi non mi riesce tanto bene. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Uncategorized